News

Tim, Palermo "riannoda i fili" della Rete. Gli incontri con Gubitosi e Starace

Tim, Cassa depositi e prestiti ed Enel tornano al tavolo per il futuro assetto della rete unica. Secondo quanto
scrive il Corriere della Sera, ieri i vertici delle tre società, Fabrizio Palermo di Cdp, Francesco Starace
dell’Enel e Luigi Gubitosi di Tim, si sono incontrati per fare un punto dopo la pausa natalizia, dopo aver
siglato a giugno dell’anno scorso un accordo di riservatezza per discutere la possibile integrazione tra Open
Fiber e la rete di Tim.
Una ripresa del dialogo, ricorda il quotidiano di via Solferino, che arriva dopo una fase di incertezza sul
futuro assetto della società unica, a cui ha contribuito anche un lungo “paper” pubblicato dal presidente di
Open Fiber, Franco Bassanini in cui sconsigliava di lasciare il controllo della rete in fibra ottica all’ex
monopolista, e prima ancora dalla frenata di Storace sulla vendita della quota in OF. Palermo, che ha il 50%
come Cdp in Open Fiber e il 9,7% di Tim è il regista dell'operazione assieme a Gubitosi e ha incontrato
separatamente prima il Ceo del gruppo telefonico e poi quello del colosso elettrico. 
Intanto, a dicembre sono arrivate agli advisor Vitale & Co. e Rothschild le manifestazioni di interesse dei
fondi infrastrutturali e di soggetti istituzionali per un coinvestimento nella futura società, sollecitato da Tim: si
sarebbero fatti avanti Goldman Sachs, Kkr, Ardian, Macquarie, Allianz Infrastructure e un’altra manciata di
big internazionali. Una prima short list potrebbe arrivare entro la fine del mese di gennaio.

Affari Italiani Economia

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *