News

Tim, tutti i prossimi passi di Telecom Italia Sparkle targati Gubitosi

Si fanno sentire i primi effetti anche in Telecom Italia Sparkle le mosse del nuovo capo azienda di Tim, Luigi Gubitosi.
Dopo aver sostituito il vertice aziendale della controllata Sparkle, che ha gli strategici cavi sottomarini in cui passano le comunicazioni intercontinentali, il nuovo amministratore delegato di Sparkle ha annunciato nuovi investimenti.
E’ stata infatti annunciata la prima fase di un più ampio piano di investimenti per consolidare la leadership di Sparkle nel Mediterraneo e rafforzare il ruolo dell’Italia come gateway digitale tra Africa, Medio Oriente, Asia ed Europa.
Sparkle, il primo fornitore di servizi internazionali in Italia e tra i primi dieci operatori globali, ha dato notizia oggi di un investimento a lungo termine per l’installazione di BlueMed, un cavo sottomarino multifibre che collega Palermo a Genova.
Il nuovo cavo, che dovrebbe essere operativo entro il 2020, attraverserà il Mar Tirreno collegando il centro dati aperto Sparkle’sSicily Hub a Palermo, che serve diciotto cavi internazionali, con la nuova stazione di atterraggio di Genova, direttamente collegata al ricco ecosistema digitale di Milano. BlueMed includerà anche più diramazioni all’interno del Mar Tirreno ed è destinata a supportare ulteriori ampliamenti in direzione sud della Sicilia.
Con una capacità fino a 240 Tbps e circa 1.000 km, BlueMed fornirà connettività avanzata tra Medio Oriente, Africa, Asia e gli hub continentali europei con una riduzione della latenza fino al 50% rispetto ai cavi terrestri esistenti che collegano la Sicilia con Milano.
Inoltre, la nuova stazione di atterraggio aperta di Sparkle a Genova è destinata a diventare l’accesso prioritario alternativo per altri cavi sottomarini in arrivo alla ricerca di una via d’accesso diversificata verso l’Europa, rafforzando così il ruolo dell’Italia come gateway digitale tra Africa, Medio Oriente, Asia ed Europa.
“L’investimento sull’implementazione di BlueMed e della stazione di atterraggio di Genova rappresenta la prima fase di un piano più ampio volto a consolidare la leadership di Sparkle nel bacino del Mediterraneo attraverso l’estensione e il potenziamento della sua dorsale regionale”, ha affermato Mario Di Mauro, CEO di Sparkle.

Start magazine

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *