News

Tim, nuovo cda straordinario: Gubitosi senza maggioranza?

Weekend di fuoco in casa TimAd appena 10 giorni dal cda straordinario convocato dai francesi di Vivendi è stato convocato un altro board, anch’esso straordinario, per il pomeriggio di oggi dopo che ieri era circolata la notizia di un board fissato per il 26 novembre.

Secondo quanto scrive il quotidiano La Repubblica sarebbero due le missive inviate al presidente Salvatore Rossi: una da parte di 11 consiglieri (al netto dell’indipendente Paola Bonomi e del presidente di Cdp, Giovanni Gorno Tempini) che evidenziano “sfiducia e preoccupazione per lo stato di deterioramento dei conti” e l’altra a firma del collegio sindacale dai toni altrettanto allarmistici. Notizie che hanno immediatamente suscitato la reazione dei sindacati: inviata al ministro dello Sviluppo economico Giancarlo Giorgetti l’ennesima richiesta unitaria di incontro urgente da parte delle Segreterie nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil in cui si denuncia “il rischio di migliaia di esuberi e la tenuta di tutto il settore delle Tlc”. Immediata anche la reazione politica: lunga la lista dei commenti a caldo incentrati proprio sulla questione di eventuali esuberi, “parliamo di circa 40mila posti di lavoro a rischio”, dice il senatore e membro della Commissione Lavori Pubblici, Bruno Astorre. E hanno espresso preoccuazione, fra gli altri, il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e il vicepresidente del gruppo Pd alla Camera, Roberto Morassut. “Il Parlamento non può rimanere a guardare”, ha detto il deputato di Leu Stefano Fassina chiedendo un’audizione al Governo.

Intanto è convocata per il 25 novembre la presentazione del piano strategico 2022-2024 di Cassa depositi e prestiti, più che un convitato di pietra nella storia presente e soprattutto futura della telco. Un piano strategico da cui si capirà quale ruolo giocherà la Cassa nella partita delle reti di Tlc considerato il suo 60% in Open Fiber al fianco del fondo Macquaire con il 40% e la sua presenza in casa Tim di cui è secondo azionista con il 9,81% .

Corriere delle Comunicazioni

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *